I fattori dell'erosione costiera

 

Il processo di erosione e deposito dei sedimenti all'interno della cosiddetta zona attiva è influenzato dall'azione del moto ondoso, dai venti, dalle correnti e dalle maree.

Per zona attiva si intende la fascia che parte dalle dune sulla spiaggia fino ad una linea ideale parallela all'arenile oltre la quale il moto ondoso ha influenza trascurabile sul processo di trasporto dei sedimenti.

La stabilità di una linea di costa per un certo tratto di arenile sabbioso dipende da un sottile equilibrio tra il volume di sedimenti disponibili ed il flusso netto derivato dai trasporti longitudinali e trasversali di sedimenti dovuti all'azione combinata delle onde, del vento e delle correnti. La linea di costa quindi può essere soggetta ad erosione, ad un processo di sedimentazione oppure essere in perfetto equilibrio. Anche quando si ha una situazione di equilibrio, esso spesso risulta essere di tipo dinamico, dove la linea costiera "risponde" in continuazione ai continui cambiamenti delle condizioni climatiche-ambientali. L'equilibrio dinamico implica quindi che la linea costiera è stabile solo per un periodo di tempo relativamente lungo (diversi mesi oppure anni), mentre la sua posizione oscilla se confrontata in periodi di più breve durata. L'apporto di materiale sedimentario è quindi in genere molto irregolare nel tempo e nello spazio dipendendo da moltissimi fattori.  

Il seguente grafico interattivo presenta i principali aspetti legati a questo fenomeno. Cliccando sui singoli fattori potete ottenere maggiori informazioni.